Acido tamponato

Acido tamponato 

Questa sezione è dedicata all’acido tamponato, una soluzione acquosa contenente acido solfammico e tensioattivi emulsionanti. Si tratta di un prodotto largamente utilizzato nell’ambito della pulizia di pavimenti e fughe sporche di residui di calce e cemento, dopo che sono stati effettuati dei lavori di manutenzione in casa. La soluzione, per quanto efficace, risulta meno aggressiva dell’acido muriatico, che va maneggiato esclusivamente da persone esperte per evitare di danneggiare irreparabilmente la pavimentazione. L’acido tamponato può essere utilizzato per la pulizia di grès, cotto, granito, pietra, ed altri materiali calcarei non lucidati. Per quanto riguarda invece i marmi lucidati e l’ardesia, il suo utilizzo viene sconsigliato. L’utilizzo sull’intera superficie da trattare viene solitamente preceduto da una prova su un campione, sulla stessa piastrella sulla quale si desidera intervenire, per riscontrare eventuali effetti indesiderati. La soluzione dev’essere diluita con dell’acqua prima di essere applicata. Solitamente si preferisce iniziare il lavaggio con una soluzione meno concentrata per valutarne l’effetto, per poi aumentare la quantità di acido se si ritiene necessario. Una volta distribuita sul pavimento la soluzione composta da acido tamponato diluito con acqua, la si lascia agire per pochi minuti, per poi sfregare il pavimento con una mono spazzola o con una spazzola con setole dure. Successivamente si risciacqua il pavimento con acqua abbondante, che verrà poi raccolta con degli stracci o dei tira acqua. Trattandosi di un prodotto professionale, il cui utilizzo scorretto potrebbe compromettere la qualità del nostro pavimento, sarebbe meglio sempre affidarsi a persone competenti che possono utilizzarlo efficacemente senza rischi.

 

Ci scusiamo per l'inconveniente.

Prova a fare nuovamente la ricerca